Random story

La Buca del Beato

Nella valle del fiume Tressa, sotto la collina boscosa di Monticchiello, si trova la “Buca del Beato”. La leggenda narra che nel 1400 questa profonda cavità naturale fu il rifugio di Giovanni Benincasa, un eremita che amava aiutare le persone in difficoltà e combattere le ingiustizie. Per questo fu sempre perseguitato sia dalla Chiesa sia dai nobili,  che volevano mantenere il loro potere saldo. Per sfuggire a simili persecuzioni Giovanni Benincasa decise di nascondersi nella Buca, ma durante la fuga fu gravemente ferito da una freccia e per molti giorni lottò tra la vita e la morte. Si narra che Benincasa pregò molto e alla fine Dio, impietosito, decise di risparmiarlo. Benincasa abitò nella grotta per circa 20 anni, lontano da tutto e da tutti. Ma in realtà non fu mai completamente solo … il Male stava in agguato. Difatti la tradizione popolare attribuisce a Giovanni l’apparizione delle cosiddette “Orme Del Diavolo”, appartenenti ad una creatura a quattro zampe fossilizzate nelle rocce sopra la grotta, forse il cavallo di Benincasa che scappava dal Demonio. Fino a 50 anni fa, molte persone visitavano la Buca del Beato e chiedevano favori...
Read full story